I task a progetto nelle sedi locali dell'INPS

Con un intenso programma di sviluppo manageriale diretto ai Direttori di Sede ed al loro Staff, nel corso del 2009 si è intervenuto per affermare presso le Sedi Locali l'uso di modalità di gestione per Progetti.  L'intendimento è stato quello di cogliere, attraverso l’utilizzo degli applicativi sviluppati su MS Project Server, tutte quelle attività lavorative svolte come "Task a progetto", e consentire di acquisirle nel processo interno di budgeting e controllo di gestone per centro di responsaiblità.

Le metodiche di Project management  vengono trasferite in aula con l’ausilio di Casi di Studio, laboratori e simulazioni. Tali modalità di gestione riguardano tendenzialmente particolari task , quali ad esempio il recupero di arretrati, la gestione di emergenze derivanti da nuove normative, innovazioni di processo, innalzamento dei livelli di servizio, squilibri per variazioni di organico, sussidiarietà attiva e passiva tra Uffici Locali. Il progetto è stato promosso dalla Direzione Pianificazione e Controllo.

Con una prima esperienza di formazione-intervento, sono stati formati alcuni dirigenti delle strutture territoriali con sperimentazioni di campo. Questa prima esperienza è stata molto utile per trarne casi didattici e testimonianze da utilizzare nella iniziativa didattica di diffusione di queste pratiche all'intera platea dei Direttori delle Sedi locali e dei loro diretti collaboratori, una popolazione vasta, composta da circa 230 Dirigenti e da circa 250 Funzionari (coordinamento progetto E. Nunziata).
I Dirigenti sono impegnati nella gestione dei processi "core" dell'Ente, sono chiamati a garantire la realizzazione degli obiettivi di progetti, attraverso la costituzione di gruppi di lavoro, anche interfunzionali, pur seguendo linee di riporto essenzialmente di tipo gerarchico e non matriciale. Si è, in questo caso, in una prima implementazione delle logiche di PM, inteso come "Task a progetto", piuttosto che come "project management" strutturato su forme organizzative a matrice forte.
I funzionari, soprattutto addetti funzionalmente alla gestione dei processi di programmazione e controllo, dovranno garantire ai Dirigenti la gestione e la disponibilità – attraverso opportuni tool informatici e contabili - di tutte le informazioni necessarie per la Pianificazione ed il Controllo dei progetti, lavorando prevalentemente su variabili del tipo: scadenze temporali, milestone, impegni lavorativi delle risorse di progetto, percorsi critici e integrazione dei contributi funzionali, conseguimento obiettivi di progetto e relative prestazioni.

Tags: coaching e formazione manageriale, organizzazione e processi, Eugenio Nunziata

Site Meter